Domenica 18 novembre 2018 © copy Finaosta S.p.A.

Home » Finaosta S.p.A.

Finaosta S.p.A.

  • Finanziaria Regionale della Valle d’Aosta

    Costituita nel 1982 per effetto della LR 16/82 sostituita dalla LR 7/06.
    Dal 2009 il capitale sociale di euro 112 milioni è interamente posseduto dalla Regione Autonoma della Valle d’Aosta.
    FINAOSTA S.p.A. ha lo scopo di concorrere, nel quadro di una politica di programmazione regionale, a promuovere e a compiere tutte quelle attività o a porre in essere tutti quegli interventi che, direttamente o indirettamente, favoriscano lo sviluppo socio-economico del territorio regionale, in armonia con le direttive della Regione autonoma Valle d’Aosta.
    Tali finalità vengono perseguite, principalmente, con forme di intervento tendenti a favorire la nascita, lo sviluppo, l'ammodernamento, il consolidamento economico e la mutua collaborazione di imprese pubbliche e private e di enti pubblici con organizzazione operativa e prevalente attività nel territorio regionale.
    L'attività di impresa si considera prevalentemente svolta nel territorio regionale quando qui siano localizzati per intero o in parte predominante gli investimenti fissi e l'occupazione e, ove richiesto, la direzione tecnica e quella amministrativa.
    FINAOSTA S.p.A. può intervenire anche a favore di imprese con organizzazione operativa e prevalente attività al di fuori del territorio regionale oppure a favore di imprese con organizzazione operativa e prevalente attività nel territorio regionale che attuino iniziative al di fuori dello stesso purché funzionali allo sviluppo di iniziative economiche nell’ambito del territorio regionale o al conseguimento di obiettivi che presentino interesse per il contesto economico regionale.
    Per il conseguimento dello scopo sociale, FINAOSTA S.p.A. può porre in essere i seguenti tipi di intervento:
    - assumere partecipazioni, tendenzialmente temporanee, in società di capitali, anche straniere, già costituite o da costituire, finalizzate alla realizzazione di programmi o al conseguimento di obiettivi di interesse per il contesto economico regionale;
    - concedere finanziamenti sotto qualsiasi forma;
    - fornire consulenza alle imprese in materia di struttura finanziaria e societaria e di strategia industriale;
    - assumere incarichi di studio, di consulenza, di assistenza e di gestione affidati dalla Regione autonoma Valle d’Aosta;
    - compiere, per l'attuazione degli interventi di cui alle precedenti lettere, qualsiasi operazione finanziaria, mobiliare ed immobiliare, ritenuta necessaria o semplicemente utile per il conseguimento dell'oggetto sociale
    - gestire fondi di rotazione, alimentati da provvista fornita dalla Regione autonoma Valle d’Aosta e/o da FINAOSTA S.p.A. stessa, finalizzati alla concessione di finanziamenti a favore dei soggetti indicati nelle leggi regionali di istituzione dei fondi stessi e regolamentati da apposite convenzioni;
    - attuare interventi utilizzando i fondi speciali di cui all'articolo 6 della legge regionale 16 marzo 2006, n. 7, su incarico della Giunta regionale, nonché svolgere attività di mandataria per conto della Regione autonoma Valle d’Aosta;
    - provvedere, utilizzando i fondi speciali di cui all'articolo 6 della legge regionale 16 marzo 2006, n. 7, alla progettazione, costruzione, acquisto e locazione di immobili da utilizzare ai fini industriali (per produzione di beni e servizi), commerciali o turistici, da gestire o da alienare; per il raggiungimento di tali obiettivi, FINAOSTA S.p.A. potrà acquistare e lottizzare terreni e fabbricati.

  • Finaosta opera:

  • • A - in gestione ordinaria: operazioni poste in essere con il patrimonio netto della società (LR 7/06): interventi sul capitale di rischio, sul capitale di debito, provvista per operazioni di leasing;

  • • B - in gestione speciale: operazioni poste in essere su indicazione e fondi stanziati dalla Regione (LR 7/06);

  • • C - mediante la gestione di fondi di rotazione destinati a specifici settori/ambiti:

  • • a) a favore della IMPRESE:
  • • 1. Agricoltura e sviluppo rurale (L.R. n. 17/2016);
  • • 2. Agriturismo (L.R. n. 29/2006);
  • • 3. Alberghi e strutture ricettive (L.R. n. 19/2001);
  • • 4. Attività produttive industrie e artigiani (L.R. n. 6/2003);
  • • 5. Beni confiscati (L.R. n. 11/2010);
  • • 6. Capitalizzazione delle imprese industriali ed artigiane (L.R. n. 12/2016);
  • • 7. Commercio (L.R. n. 19/2001);
  • • 8. Editoria locale (L.R. n. 11/2008);
  • • 9. Imprenditoria giovanile (L.R. n. 3/2009);
  • • 10. Imprese in difficoltà (L.R. n. 17/2007);
  • • 11. Ricerca, sviluppo e innovazione (LL.RR. n. 84/1983 e n. 14/2011);
  • • 12. Settore termale (L.R. n. 38/1998);
  • • 13. Turismo equestre (L.R. n. 33/1993).

  • • b) a favore dell’EDILIZIA RESIDENZIALE PRIVATA:
  • • 1. Prima casa, cooperative prima casa, recupero di fabbricati nei centri e nuclei abitati, tetti in lose, anticipo detrazioni fiscali, recupero edilizio privato (L.R. n. 3/2013);
  • • 2. Delocalizzazione (L.R. n. 11/2002);
  • • 3. Interventi per il miglioramento dell’efficienza energetica (L.R. n. 13/2015).