Lunedì 3 ottobre 2022 © copy Finaosta S.p.A.

{}

SOSPENSIONE DELLE RATE DEI MUTUI CONCESSI DA FINAOSTA S.P.A. IN GESTIONE ORDINARIA (CODICE MUTUO N. 2.02 E 2.05)

MISURE DI SOSTEGNO A FRONTE DELL’EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID-19

SOSPENSIONE DELLE RATE DEI MUTUI CONCESSI DA FINAOSTA S.P.A. IN GESTIONE ORDINARIA

In linea con le previsioni della legge regionale n. 5 del 9 aprile 2021 Finaosta S.p.A. ha previsto la possibilità di sospendere temporaneamente, al ricorrere di determinati requisiti sotto riportati, il pagamento della quota capitale delle rate dei mutui dalla stessa erogati in Gestione Ordinaria (codici mutuo n. 2.05 –mutui di consolidamento e n. 2.02 – investimenti).

Di seguito si riportano le istruzioni operative per richiedere la sospensione.

La sospensione concerne esclusivamente la quota capitale delle rate dei mutui stipulati alla data del 16 aprile 2021 non ancora scadute al momento della richiesta e aventi scadenza compresa tra il 1° maggio 2021 e il 31 ottobre 2022. Durante il periodo della sospensione la parte mutuataria dovrà corrispondere alle scadenze originarie la sola quota interessi delle rate sospese. Per effetto della sospensione la durata del contratto di mutuo è prorogata di un periodo eguale a quello della sospensione stessa. Al termine della sospensione, il pagamento delle rate di mutuo riprende, secondo gli importi e la periodicità originariamente previsti dal contratto, posticipato di un periodo uguale a quello della sospensione. La sospensione non costituisce in alcun modo novazione del contratto di mutuo e resta ferma ogni altra modalità, patto e condizione. La sospensione è subordinata alla conferma delle garanzie in essere che assistono il mutuo, ferma restando la garanzia ipotecaria.

LE RATE DI PREAMMORTAMENTO (DI SOLI INTERESSI) NON POSSONO ESSERE SOSPESE.

LA SOSPENSIONE NON SI APPLICA ALLE IMPRESE OPERANTI PREVALENTEMENTE NEL SETTORE IDROELETTRICO E AI MUTUATARI CON POSIZIONI DEBITORIE CLASSIFICATE DA FINAOSTA S.P.A. “CREDITO DETERIORATO” ALLA DATA DEL 29/02/2020, CHE CONTINUINO A PRESENTARE IL MEDESIMO STATO ALLA DATA DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA.

AVVERTENZA: le domande di sospensione sono corredate di una dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà di cui agli articoli 46 e 47 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa) attestante la presenza dei requisiti previsti per accedere alla misura. Finaosta procederà al controllo di tutte le dichiarazioni sostitutive di certificazione e di atto di notorietà presentate. In caso di esito negativo dei controlli si applicano le disposizioni di cui agli artt. 75 (decadenza dei benefici) e 76 (norme penali) del d.p.r. 445/2000.

IMPORTANTE: LA SOSPENSIONE DEVE ESSERE RICHIESTA ENTRO IL 28 APRILE 2021 PER LE RATE IN SCADENZA NEL MESE DI MAGGIO 2021 ED ENTRO IL GIORNO 5 DEL MESE ANTECEDENTE LA SCADENZA RATEALE PER LE RATE DI AMMORTAMENTO CON SCADENZA SUCCESSIVA. L’INVIO A MEZZO POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA E’ COMPROVATO DALLA DATA DI RICEZIONE DELLA RICHIESTA DA PARTE DI FINAOSTA S.P.A.. LE RICHIESTE PRESENTATE OLTRE I SUDDETTI TERMINI AVRANNO EFFETTO SOLO DALLA SECONDA RATA SUCCESSIVA ALLA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA.

REQUISITI

La sospensione della quota capitale delle rate in scadenza dal 1° maggio 2021 al 31 ottobre 2022 è subordinata al verificarsi del seguente evento:

- riduzione del volume d’affari nel periodo dal 01/03/2020 al 28/02/2021 superiore al 33% rispetto al volume d’affari del periodo dal 01/03/2019 al 29/02/2020. Per le imprese che hanno avviato l’attività negli anni 2019, 2020 e 2021 si prescinde dalla riduzione del volume d’affari.
Con riferimento ai mutui erogati per l’acquisto o la ristrutturazione di un immobile aziendale o per l’acquisto di partecipazioni nella società proprietaria dell’immobile aziendale o che gestisce l’azienda di cui l’immobile fa parte, la riduzione del volume d’affari può essere computata tenuto conto del volume d’affari del soggetto non mutuatario proprietario dell’immobile aziendale o che gestisce l’azienda di cui l’immobile fa parte, nel caso in cui, alla data di entrata in vigore della presente legge, il controllo di tale soggetto sia detenuto, direttamente o indirettamente, dalla parte mutuataria, o viceversa.

La domanda dovrà essere inoltrata con le seguenti modalità:

  1. scaricare e compilare in tutte le sue parti i moduli (modulo domanda e modulo adeguata verifica della clientela KYC) accessibili ai seguenti collegamenti:

  2. sottoscrivere i moduli così compilati (se l’intestatario è una società i modelli dovranno essere firmati dal legale rappresentante della stessa; se il mutuo è garantito da fideiussioni rilasciate da persone fisiche queste ultime dovranno sottoscrivere il modulo pena l’irricevibilità della domanda);
  3. allegare ai moduli compilati e firmati una copia del documento d’identità e del codice fiscale (tesserino sanitario) di ciascun intestatario del mutuo/per le imprese del legale rappresentante che ha effettuato la richiesta di sospensione e dei titolari effettivi;
  4. effettuare una scansione dei moduli, del documento di identità e del codice fiscale allegati o effettuare una foto dei moduli, del documento di identità e del codice fiscale tramite smartphone e inviare i relativi file (preferibilmente in formato .pdf) mediante posta elettronica certificata all’indirizzo finaosta.dis@legalmail.it

Per compilare il modulo è necessario disporre del/i numero/i di mutuo. Il numero di mutuo è riportato sulle fatture di pagamento delle rate trasmesse da FINAOSTA S.p.A.

Per effetto della sospensione della quota capitale delle rate, nel periodo di sospensione verranno trasmesse le fatture di pagamento della quota interessi calcolata al tasso contrattuale sul debito residuo al momento della sospensione, da saldare alle scadenze originarie. Il nuovo piano di ammortamento aggiornato con il periodo di sospensione sarà trasmesso da Finaosta S.p.A.

per eventuali chiarimenti contattare telefonicamente i nn. 0165 269 227 – 0165 269 294


archivio news